Risparmiare sul riscaldamento con la VMC - Helty
Logo Helty blu

Risparmiare sul riscaldamento con la VMC

Come risparmiare sul riscaldamento con la ventilazione forzata, il funzionamento dello scambiatore di calore e altri parametri per scegliere la VMC ideale.

Il costo per riscaldare le nostre case in inverno è in costante aumento. La materia prima, il gas naturale, è disponibile in quantità limitata, e il nostro Paese deve acquistarlo dall’esterno perché ne è naturalmente privo, con costi aggiuntivi per il trasporto. Per questo è importante non sprecare l’energia del riscaldamento, isolando correttamente gli edifici ed evitando di disperdere il calore dalle finestre aperte, senza per questo rinunciare al corretto ricambio d’aria. Come? Con un sistema di ventilazione meccanica controllata in grado di recuperare il calore dall’aria in uscita e di utilizzarlo per pre-riscaldare l’aria in entrata.

Scambiatore di calore e performance

Il cuore di un sistema VMC è lo scambiatore di calore, il dispositivo che viene a contatto con l’aria calda e carica di inquinanti estratta dagli ambienti, ne assorbe il calore e quindi lo cede all’aria fresca e pulita in entrata dall’esterno, che sarà stata anche filtrata per eliminare polveri e pollini.

Lo scambiatore o recuperatore di calore è contraddistinto da una percentuale di recupero di calore, che indica quanto del calore dell’aria in uscita riesce a recuperare. Ad esempio, nei modelli Helty Flow il recupero di calore è pari al 91%  continuo.

Risparmiare sul riscaldamento con la VMC

Flusso alternato e flusso continuo: le differenze

A seconda della tipologia di VMC sono presenti diversi tipi di scambiatore e anche di modalità di trattamento dell’aria. Gli scambiatori solitamente sono ceramici o in carta kraft, mentre il flusso d’aria può essere principalmente alternato o continuo.

Mentre nei modelli a flusso alternato l’efficienza ottimale dello scambiatore dura solo per qualche secondo, per poi ridursi a percentuali minime, attorno al 20%, nei modelli a flusso continuo il recupero del calore è costante, sempre al massimo delle potenzialità dello scambiatore. Un altro fattore da considerare per capire l’efficienza dello scambiatore è se questi sia entalpico, ovvero in grado di recuperare anche il calore latente, ovvero l’energia termica contenuta nel vapore sospeso in aria e non solo quello sensibile dell’aria.

Le performance di Helty Flow

Tutti i modelli Helty Flow sono dotati di scambiatore di calore entalpico, che recupera quindi anche il calore del vapore acqueo sospeso in aria. Le performance di recupero di calore arrivano in base ai modelli sino al 91% continuo. Inoltre, il risparmio energetico si verifica anche in estate, in quanto lo scambiatore è in grado di recuperare il fresco prodotto dal condizionatore, utilizzandolo per raffrescare l’aria in entrata invece di disperderlo all’esterno.

Vuoi saperne di più sulla VMC?

Scarica subito la nostra guida gratuita e scopri la soluzione per la ventilazione forzata ideale per i tuoi ambienti indoor.

Scarica la Guida

Anche tu hai un'esigenza simile?

Sei un professionista?

Se sei interessato a rivendere i nostri prodotti o sei un installatore professionista puoi chiedere una consulenza

Registrati ora
Helty per professionisti e installatori di impianti vmc

Resta aggiornato con le guide gratuite!

Per vivere in una casa sana è indispensabile partire dalla conoscenza. Scopri i fattori che influenzano la qualità dell’aria, i rischi invisibili, i comportamenti virtuosi e le tecnologie utili ed efficaci.
Scarica gli ebook Helty

Qualità e prestazioni certificate

Le prestazioni dei sistemi di ventilazione Helty sono riconosciute dal Sigillo Qualità Casa Clima ed hanno ottenuto le validazioni SIMA e BioSafe

  • Certificazione CasaClima - KlimaHaus
  • Certificazione SIMA - Società Italiana di Medicina Ambientale
  • Certificazione Biosafe.it