Quanto costa un impianto VMC e quale scegliere

Quali sono i fattori che influenzano il costo di un sistema di ventilazione, le tipologie di VMC, il costo per ciascun tipo di impianto.

Ci sono tantissimi fattori diversi da considerare quando si sceglie un impianto di Ventilazione Meccanica Controllata per la propria casa o luogo di lavoro. Il primo passo è distinguere tra un edificio nuovo oppure un’abitazione o uffici già occupati, magari con possibilità di ristrutturazione ma senza lavori in muratura invasivi o che portino via troppo tempo.

Anche le dimensioni dell’unità abitativa, se casa singola, villetta a schiera oppure appartamento, e come sono disposte le stanze vanno considerate attentamente. Infine, il numero di persone che ci abitano e le loro abitudini sono fattori fondamentali per scegliere il giusto impianto VMC.

Tipologie di VMC
Sul mercato sono disponibili principalmente due diverse tipologie di ventilazione forzata:

  • VMC Centralizzata: il sistema viene gestito da un’unica macchina centrale, che immette aria pulita ed estrae l’aria viziata, occupandosi sia del recupero di calore che della filtrazione dell’aria. L’aria viene distribuita e prelevate tramite apposite condutture, che richiedono, come la macchina, spazi dedicati e separati dagli ambienti occupati.
  • VMC Decentralizzata o Puntuale: l’aria di ogni stanza viene gestita da una macchina dedicata, che contiene sia lo scambiatore di calore che il sistema di filtri per il trattamento dell’aria. L’aria viene immessa e prelevata direttamente dalla macchina, che va montata su un muro perimetrale, senza passare per conduttore o tubi.


Costo per tipologia di impianto
Il costo di un impianto VMC dipende in larga misura dalla tipologia e dalle dimensioni dello stesso. Data un’abitazione di media grandezza, un impianto standard di Ventilazione Centralizzata costerà, con tubature ed accessori, circa 6’000 euro, a cui vanno aggiunti i soldi necessari ai lavori di muratura per gli spazi tecnici dedicati (stanza per la macchina e controsoffitti o pareti di cartongesso per i tubi) e il costo di sanificazione delle tubature, un’operazione complessa che va effettuata regolarmente per evitare l’accumulo di polveri e batteri nei tubi.

I sistemi di VMC decentralizzata invece costano meno e richiedono solo uno e due fori sulla muratura e l’allaccio alla corrente per funzionare. Il costo medio è attorno ai 700 euro, con grosse variazioni a seconda della tipologia di macchina (a flusso alternato o continuo. La manutenzione da effettuare si limita alla sostituzione dei filtri, da effettuarsi almeno ogni sei mesi.



Altri fattori che influenzano il costo
Ovviamente, a seconda del tipo di impianto i costi variano anche di molto. Le principali voci di costo sono:

  • Scambiatore di calore: il costo varia a seconda della tipologia , della sua efficienza e se si tratta di uno scambiatore di tipo entalpico (in grado di recuperare anche il calore latente dell’aria esausta).
  • Sensori: appositi sensori che misurano gli inquinanti come VOC, anidride carbonica e percentuale di umidità dell’aria vanno ad incidere sul prezzo, ma consentono lo sfruttamento ottimale della macchina che regolerà in automatico il funzionamento a seconda della qualità dell’aria.
  • Optional: telecomando, tastierino touch, luci LED integrate, App per la gestione da Smartphone sono tutti accessori che possono aiutare nella gestione delle macchine VMC.
  • Filtri: le performance dei filtri ne influenzano il costo. Un filtro fine è fondamentale per arrestare pollini e polveri sottili contenuti nell’aria che si trova all’esterno, per immettere in casa solo aria pulita e filtrata.


Come scegliere l’impianto VMC?
La prima considerazione da fare è se si tratta di un intervento su un nuovo edificio, su un edificio che sta subendo una ristrutturazione massiva o su un’abitazione già occupata, in cui non sono previsti lavori. La dimensione delle stanze è un altro fattore da valutare: ad esempio, Helty Flow Plus è pensato per cucine e camere da letto fino a 20 metri quadri. Da ultimo, si deve tenere sempre presente che stanze come cucine, bagni, locali lavanderia dove si stende vengono saturati di inquinanti molto più velocemente, quindi richiedono un maggior ricambio d’aria per mantenere un ambiente salubre.



Vuoi scoprire tutto sulla VMC? Scarica subito la nostra guida gratuita e scopri la soluzione per la ventilazione forzata ideale per i tuoi ambienti indoor.

Scarica la Guida

Scopri i nostri prodotti

Flow Easy

La soluzione ideale per camerette e cucine di piccole dimensioni. Unisce prestazioni elevate, semplicità di installazione e massima personalizzazione nella versione tinteggiabile. Funzione iperventilazione e telecomando, per controllare la qualità dell’aria in ogni momento

Flow Plus

Il sistema di ventilazione forzata per camere da letto e cucine, con il massimo della filtrazione per la salute di tutta la famiglia. Funzione Free Cooling per rinfrescare in modo naturale, sensore igrometrico che regola automaticamente il livello di umidità in casa e app per il controllo da smartphone e tablet.

Flow Elite

Perfetto per ambienti ampi, come salotti e open space, Helty Flow Elite garantisce le migliori prestazioni e una gestione smart del ricambio d’aria grazie ai sensori igrometrico, CO2 e VOC integrati. L’illuminazione LED di design, dimmerabile, illumina gli spazi con eleganza e discrezione.

Temi caldi

floweasy-1023x480
Consigli Utili

Come risparmiare sul riscaldamento, cambiando aria senza aprire le finestre

Scopri di più
qualità aria in casa
Qualità dell'aria, Salute

L’importanza di respirare sano, per la nostra salute

L’aria è il primo e fondamentale nutrimento per la vita: possiamo restare senza mangiare o bere per qualche giorno, ma non più di un paio di minuti senza respirare.

Scopri di più