Quanto costa un impianto VMC e quale scegliere - Helty
Logo Helty blu

Quanto costa un impianto VMC e quale scegliere

Quali sono i fattori che influenzano il costo di un sistema di ventilazione, le tipologie di VMC, il costo per ciascun tipo di impianto.

impianto_VMC_tubazioni_componenti

Ci sono tantissimi fattori diversi da considerare quando si sceglie un impianto di Ventilazione Meccanica Controllata per la propria casa o luogo di lavoro. Il primo passo è distinguere tra un edificio nuovo oppure un’abitazione o uffici già occupati, magari con possibilità di ristrutturazione ma senza lavori in muratura invasivi o che portino via troppo tempo.

Anche le dimensioni dell’unità abitativa, se casa singola, villetta a schiera oppure appartamento, e come sono disposte le stanze vanno considerate attentamente. Infine, il numero di persone che ci abitano e le loro abitudini sono fattori fondamentali per scegliere il giusto impianto VMC.

Tipologie di VMC

Sul mercato sono disponibili principalmente due diverse tipologie di ventilazione forzata:

  • VMC Centralizzata: il sistema viene gestito da un’unica macchina centrale, che immette aria pulita ed estrae l’aria viziata, occupandosi sia del recupero di calore che della filtrazione dell’aria. L’aria viene distribuita e prelevate tramite apposite condutture, che richiedono, come la macchina, spazi dedicati e separati dagli ambienti occupati.
  • VMC Decentralizzata o Puntuale: l’aria di ogni stanza viene gestita da una macchina dedicata, che contiene sia lo scambiatore di calore che il sistema di filtri per il trattamento dell’aria. L’aria viene immessa e prelevata direttamente dalla macchina, che va montata su un muro perimetrale, senza passare per conduttore o tubi.

 

Costo per tipologia di impianto

Il costo di un impianto VMC dipende in larga misura dalla tipologia e dalle dimensioni dello stesso. Data un’abitazione di media grandezza, un impianto standard di Ventilazione Centralizzata costerà, con tubature ed accessori, circa 7.000 euro, a cui vanno aggiunti i costi necessari ai lavori di muratura per gli spazi tecnici dedicati (stanza per la macchina e controsoffitti o pareti di cartongesso per i tubi) e il costo periodico di sanificazione delle tubature, un’operazione complessa ma indispensabile che va effettuata regolarmente per evitare l’accumulo di polveri e batteri nei tubi.

I sistemi di VMC decentralizzata riducono in modo significativo i costi accessori e semplificano l’iter di installazione, perchè richiedono solo i fori di carotaggio sulla muratura e l’allaccio alla corrente per funzionare. Il costo medio per singola unità si aggira attorno agli 800/1.000 euro, con grosse variazioni a seconda della tipologia di macchina (se vuoi saperne di più leggi questo articolo che confronta il flusso singolo alternato e il doppio flusso continuo). L’unica manutenzione da effettuare si limita sostanzialmente alla sostituzione dei filtri, da effettuarsi circa ogni sei mesi.

Altri fattori che influenzano il costo

Ovviamente, a seconda del tipo di impianto i costi possono variare anche di molto. Le principali voci di costo sono:

  • Scambiatore di calore: il costo varia a seconda della tipologia , della sua efficienza e se si tratta di uno scambiatore di tipo entalpico (in grado di recuperare anche il calore latente dell’aria esausta).
  • Sensori: appositi sensori che misurano gli inquinanti come VOC, anidride carbonica CO2 e percentuale di umidità dell’aria vanno ad incidere sul prezzo, ma consentono lo sfruttamento ottimale della macchina che regolerà in automatico il funzionamento a seconda della qualità dell’aria.
  • Optional: telecomando, luci LED integrate, App per la gestione da dispositivi mobile; sono tutti accessori che possono rendere smart la gestione delle macchine VMC.
  • Filtri: anche la qualità dei filtri e la relativa classificazione in termini di performance concorrono al costo. Un filtro di categorie fine, ad esempio, è fondamentale per arrestare pollini e polveri sottili contenuti nell’aria esterna, per immettere in casa solo aria pulita e filtrata.

 

Come scegliere l’impianto VMC?

Ipotizziamo che il cliente o il progettista termotecnico, valutate attentamente le esigenze di ventilazione e determinate le portate di ricambio d’aria, considerati i vincoli di progetto propendano per un impianto di ventilazione forzata decentralizzato distribuito su più unità single-room.

La prima considerazione da fare è se si tratta di un intervento su un nuovo edificio, su un edificio che sta subendo una ristrutturazione importante o su una riqualificazione energetica leggera.

Ad esempio, dove sono previsti lavori di demolizione e rifacimento di murature , risulterebbe sicuramente interessante adottare una soluzione VMC a impatto ridotto integrata nella muratura perimetrale.

Diversamente, in caso di interventi retrofit su case già abitate o in caso di interventi di ristrutturazione leggera in cui non sono previste particolari opere murarie, si può propendere per un impianto composto da più unità VMC a parete installate in alcuni locali dell’abitazione.

In caso di riqualificazione energetica dove è prevista anche una coibentazione termoisolante all’esterno edificio, la scelta migliore potrebbe essere un sistema VMC installato direttamente nel cappotto.

Vuoi scoprire tutto sulla VMC?
Scarica subito la nostra guida gratuita e scopri la soluzione per la ventilazione forzata ideale per i tuoi ambienti indoor.

Scarica la Guida

Anche tu hai un'esigenza simile?

Sei un professionista?

Se sei interessato a rivendere i nostri prodotti o sei un installatore professionista puoi chiedere una consulenza

Registrati ora
Helty per professionisti e installatori di impianti vmc

Resta aggiornato con le guide gratuite!

Per vivere in una casa sana è indispensabile partire dalla conoscenza. Scopri i fattori che influenzano la qualità dell’aria, i rischi invisibili, i comportamenti virtuosi e le tecnologie utili ed efficaci.
Scarica gli ebook Helty

Qualità e prestazioni certificate

Le prestazioni dei sistemi di ventilazione Helty sono riconosciute dal Sigillo Qualità Casa Clima ed hanno ottenuto le validazioni SIMA e BioSafe

  • Certificazione CasaClima - KlimaHaus
  • Certificazione SIMA - Società Italiana di Medicina Ambientale
  • Certificazione Biosafe.it